martedì 2 settembre 2008

Vita e opere di un impensabile Genio.



Chiunque abbia studiato a Pisa ricorda (ma credo che ogni tanto ricompaia anche adesso) la luminosa figura di Filippo Bellissima. Per chi non lo sapesse, Filippo Bellissima e' un omino livornese settantenne, minuto, capelli bianchi, coppolino e megafono sottomano, che per anni ha girato intorno alle universita' pisane (ma spingendosi ogni tanto anche ad altri atenei), distribuendo i suoi volantini in cui dava dell' '"Ignorante inconsapevole" a professori universitari, rettori, papi, presidenti della repubblica e a tutto il resto del genere umano.

Filippo Bellissima, cosi' racconta la leggenda, era un sarto/imprenditore di una certa fortuna, fino a quando non ha scoperto le verita' per risolvere tutti i problemi del genere umano, e ha deciso di diffonderle per il mondo (cioe': a Pisa).

La soluzione di tutti i problemi del mondo, sostiene Bellissima, passa attraverso la rivoluzione dell'industria della moda, e precisamente attraverso l'introduzione del "su misura di massa". Bellissima ha inoltre scoperto tre "principi matematici fondamentali", la "squadra, la livella e il filo a piombo", smascherando cosi' la congiura degli scienziati e dei compilatori di dizionari che si ostinano a definire i tre suddetti come "strumenti di lavoro" invece che come assiomi fondamentali per la rinascita dell'economia e dell'industria dell'abbigliamento.

Secondo Bellissima, l'unione dei tre principi con l'introduzione del "su misura di massa" risolverebbe immediatamente tutti i problemi del mondo. Come, nei suoi volantini Bellissima non lo dice mai, ma i progetti dettagliati sono stati piu' volte inviati al papa, a vari presidenti della repubblica e del consiglio, e sono stati da questi colpevolmente ignorati.

Filippo Bellissima pero' non si perde d'animo perche' lui, al contrario di Socrate, considerato molto saggio perche' sapeva di non sapere (ed era quindi un ignorante consapevole), sa di sapere, e sa che l'evidenza dei suoi principi si fara' strada nel mondo.


Tutto questo per dire, insomma, che da quando non sono a Pisa il signor Bellissima mi manca molto, ma che la nostalgia e' stata mitigata da una sua versione internettiana, il geniale inventore della Serpentina Schietti, del motore Omopolare Schietti, delle Dinamiche Non Violente Schietti e della Pianificazione Trentennale Schietti: dal padre della confutazione Schietti della legge di Boyle Mariotte, e soprattutto dal padre della Confutazione di Schietti della Legge di Gravitazione Universale di Newton.

Benvenuti nell'opera formidabile del geniale Domenico Schietti.


Io partirei dalla confutazione della legge di Newton, che mette in luce alcune delle caratteristiche centrali dell'opera Schiettiana. Schietti ha scoperto che tutti i libri di fisica sono basati su palesi assurdita', ma non ha il tempo per confutare ad una ad una tutte le idiozie in essi contenute:


"è già evidente che tutta la fisica sia basata su fondamenti falsi.

Se vuoi ti confuto in 5 minuti la legge di Newton giusto per darti un altro spunto.

Se la legge di Newton avesse un briciolo di validità la Luna cadrebbe sulla Terra.

La Terra cadrebbe sul Sole e il Sole sul centro della Via Lattea.

Le legge di Newton altrimenti detta legge di gravitazione universale asserisce:"Qualsiasi oggetto dell'Universo attrae ogni altro oggetto con una forza diretta lungo la linea che congiunge i baricentri dei due oggetti, di intensità direttamente proporzionale al prodotto delle loro masse ed inversamente proporzionale al quadrato della loro distanza".

Non aggiungo le formule alquanto deliranti del povero inglese perchè sono assolutamente ridicole ed incomprensibile per qualsiasi persona pratica che tutti i giorni sperimenta nella realtà la problematica."


Ma perche' Isaac Newton e tutti gli altri scienziati ci hanno raccontato delle assurdita' cosi' palesi? E' semplice:


"La legge sulla forza di gravità espressa da Newton è una tale singolarità che non può essere definità la legge universale sulla forza di gravità, ma semplicemente una convenzione di un gruppo di balordi che non pensava a nient'altro da mattina a sera che trovare il modo di metterlo nel culo alla gente."


Ecco dunque il cuore dell'argomentazione di Schietti: c'e' un complotto, guidato dagli Inglesi, dai massoni, dai siciliani, dal vaticano, dai genovesi, dai liberali-fascisti-comunisti, dal nuovo ordine mondiale, gli Illuminati di Baviera, per eliminare cinque miliardi e mezzo di persone dalla terra entro i prossimi dieci anni. Il controllo avviene attraverso la setta degli ingegneri scientisti, una setta composta da individui selezionati attraverso inutili anni di universita' in cui vengono insegnate assurde verita' controintuitive al solo scopo di selezionare gli individui piu' remissivi, setta contro cui Schietti ha gia' presentato diverse denunce.


La setta degli ingegneri scientisti come un qualsiasi albo professionale seleziona negli anni della formazione scolastica i suoi adepti attraverso lunghi, inutili , ripetitivi studi che tutte le persone in buona fede abbandonano per evidente controsenso e falsità, ma che alcuni invece riescono a portare a termine.Si tratta in genere di muli sgobboni calcolatori che vengono adibiti a ruoli da stupidi impiegati, e altri che balzano subito a ruoli di fiancheggiamento di adepti della setta. Evidentemente quest'ultime sono persone raccomandate o figli o parenti di membri della setta.


Certo e' difficile che il genere umano si voglia cosi' male, e quindi non e' forse fuori luogo pensare che la minaccia sia piu' complessa ed eterodiretta, e Schietti analizza varie possibilita' da quella aliena fino ad arrivare a quella, piu' prosaicamente geniale, di una minaccia geronto-peripatetica:


"E' possibile anche che in realtà al vertice delle organizzazioni segrete ci siano delle donne che seguano impulsi irrazionali tipicamente femminili e quindi il mondo sia governato da pazze, magari donne venerate nel corso della gioventù per la loro bellezza che invecchiando impazziscono ed entrano a far parte di logge supersegrete che governano tutte le altre logge del mondo.La loggia di Santo Spirito che poi divenne anche P2, fu fondata da una donna, ma non è una prova che possa condurre a certezze assolute. Molte logge e religioni venerano personaggi femminili, ed è vero che tira di più un pelo di figa che un carro di buoi, ma distruggere il mondo mi sembra esagerato anche per una congrega di puttane invecchiate male.

Come sai è un complotto globale, fascisti, comunisti, templari, ebrei, cristiani, musulmani, indù, cinesi, ingegneri… son tutti d’accordo."


Ma come e' possibile che nessuno se ne accorga? Questo e' uno dei grandi misteri, secondo Schietti, spiegato in parte dal fatto che se metti insieme dieci persone almeno 6 sono agenti degli inglesi (cazzo! sono circondato! oppure sono un agente degli inglesi-genovesi, ovvio).


I nemici dell'umanità sono ovunque, solo in Italia hanno 10 milioni di loro agenti al loro servizio pronti a tutto per qualche soldino, purtroppo a volte in totale buona fede per mettersi in buona luce davanti ai loro superiori.


I cattolici hanno chiese dappertutto, i cinesi hanno ristoranti ovunque, i siciliani hanno pasticcerie ogniddove, i ladini hanno muli in ogni parte del mondo, e così gli ebrei, gli albanesi, gli arabi. Anche gli anglo-genovesi hanno i loro agenti in terra altrui. Molti di questi agenti sono i cosidetti massoni, ma non sempre.


La prova inconfutabile sta anche nella biografia del geniale inventore:


"Ho 42 anni e sono la persona più intelligente, più brava, più disponibile del mondo. Non bevo, non fumo, non vado a donne, non ho vizi, sono un bellissimo ragazzo.

Non ho mai ricevuto una proposta di lavoro decente, un offerta per produrre uno dei miei progetti, un finanziamento per realizzare la mia pianificazione trentennale, una visita di un politico per sentire la mia opinione.

Non sono mai stato invitato in casa loro da qualche persona immanicata con il preciso scopo di farmi conoscere una loro figlia ed inserirmi in un loro business di carattere etico.

Non sono mai stato introdotto in nessun ambiente, in nessuna casa, in nessuna azienda, non sono mai stato ascoltato da nessuno, non sono mai stato aiutato da nessuno, non ho mai ricevuto un finanziamento.

A parte un blando tentativo di mio padre nel 1986, in cui però mi dimostrò inconfutabilmente che era tutto nelle mani dei nemici dell'umanità, e che non era possibile fare nulla neanche avendo idee geniali come quella del servizio ore 7 brioches e quindi che lui non aveva altra scelta che arroccarsi tenendo botta, nella speranza che in qualche modo riuscissi comunque a sopravvivere e farcela, contando per lo meno sul loro tetto e un loro piatto di pastasciutta, nessuno mi ha mai aiutato in niente (salvo alcuni amici messi come me, se non peggio).

Non ho mai fatto nulla di male a nessuno ed ho sempre lavorato instancabilmente cercando di offrire servizi e prodotti utili a tutti. Io sono Domenico Schietti.Se non viene offerto a me un posto di lavoro decente, un'azienda, una proprietà, una gestione, un copyright, un minimo di visibilità, una moglie, qualcosa, un piccolo capitale da investire eticamente, vuol dire che non l'hanno offerto mai a nessuno."


MA chi e' Domenico Schietti?


Sono una figura poliedrica, un tuttologo, un giornalista, avrei potuto essere un campione di basket, di motociclismo, di biglie, un grande artista.Sono una brava persona di intelligenza nettamente superiore alla media, un uomo pratico che non crede alle baggianate, ma si fida dei proverbi e del metodo scientifico sperimentale. [...]

Sono uno dei padri dello sviluppo sostenibile, un modello di civiltà, un esempio pratico di impegno civico, una persona seria, che fra l'altro piace anche alle donne.Il mio solo nome fa impallidire i nemici dell'umanità, sono il nemico pubblico numero 1 di tutti i cattivoni del mondo.


Domenico Schietti non e' pero' soltanto un provetto scienziato e un fustigatore degli InglesiGenovesi, ma e' anche un riformatore sociale: il cuore del suo pensiero sta infatti nei gruppi di dinamiche autonome, nella pianificazione trentennale. Dopo una giovinezza nei centri sociali e nel movimento umanista (successivamente identificato nella dottrina di Lucifero), Domenico Schietti decide di propagandare il verbo della pianificazione, che ha il suo centro nell'attuazione di dinamiche non violente, nella creazione di giardinetti, nell'utilizzo del motore omopolare Schietti:


"Per difendersi dalla Setta degli Ingegneri Scientisti, dagli Illuminati di Baviera, dai poteri forti, e dalle elites del Nuovo Ordine Mondiale (i nemici dell’umanità), bisogna organizzarsi in Comitati Autonomi Nonviolenti slegati da ogni struttura centralizzata."


Il progetto ha subito un grandioso successo:


Dal 1988 quando lanciai la mia pianificazione e la mia forma organizzativa, ho riscontrato percentuali di adesione vicino al 100 % ed ormai in tutto il mondo agiscono decine di milioni di comitati autonomi che si occupano consapevolmente di problematiche e che rendono partecipi tutti delle proprie esperienze con la speranza di risolvere tutti i problemi del mondo, uno ad uno.


Il tema dei comitati non Violenti e' pero' troppo complesso per essere qui analizzato, quindi ci concentreremo su alcuni dei suoi utilizzi particolari, come quello del comitato autonomo che fa anche da agenzia matrimoniale, che mette in luce pero' un nervo scoperto della teoria di Schietti, ovvero l'ambigua natura delle donne:


Io ho aiutato a mettere insieme decine e decine di coppie di vero amore naturale.Si può fare anche a pagamento, se una ragazza o un ragazzo non trovano il partner, a pagamento puoi farli uscire con te e gli presenti persone, giri nei ritrovi, saluti persone, gli mostri ambienti alla sua altezza, scuole di ballo, piscine, palestre, comitati autonomi di vario genere, associazioni. [...]Tenete sempre presente che le donne sono tutte puttane e quindi non vanno giudicate male quelle che si prostituiscono per mettersi in mostra, per divertirsi, per avere un passaggio in macchina, che poi si fanno offrire una pizza, che chiedono in cambio un piccolo favore o una consulenza specialistica, ma piuttosto le cosidette puttane da un milione di euro che vogliono case, macchine, conto in banca, colf, gioielli e che rovinano gli uomini in cambio di niente.Le donne sanno dare molto , ma vogliono sempre essere ricompensate. Mai andare dietro alle donne, se seguite automaticamente diventano nemici dell'umanità, non sono mai contente, e non gli bastano mai i soldi.



Domenico Schietti vive da solo, perseguitato dagli inglesi-genovesi, abbandonato dagli amici e da tutti, eppure gli basterebbe scrivere a Blogseduzione per trovare spiriti affini.

Tout se tient.

73 commenti:

elisabeth ha detto...

Ahahah! Io sarei l'equivalente del Nosferatu per sto tizio! Come ti dissi l'altra sera su messenger sono sempre di piú convinta che bisogna presentargli Margherita Hack e, dato che sto preparando Meccanica del Volo Spaziale, qui mi fermo che di cose da dire ce ne sarebbero troppe.

Bellissima lo ho visto in giro la settimana scorsa!

lastrega ha detto...

Sulle teorie di Newton sono pienamente d'accordo con lui!!!!!
Così come mi associo alla teoria di Sclavi sul tre per zero:
"se ho tre mele e le moltiplico per zero, le mele non scompaiono...sono sempre lì, perciò tre per zero fa tre", logico no?

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

ecco una perla, la descrizione del "residence leaderistico" organizzato dal nostro meneghetti ontopsicologo

Il residence leaderistico rappresenta una delle attività formative utilizzate dall'Ontopsicologia, si tratta di un percorso di formazione full-immersion che può variare da tre a sette giorni. Lo spazio e le strutture utilizzate per la formazione dei leader e dei potenziali leader sono spazi ecobiologici residenziali, il gruppo di persone che possono partecipare ad un residence leaderistico variano da 15 a 50 persone.

Un aspetto importante del residence leaderistico sta nella figura del formatore o dei formatori, che sono persone mature per esperienza e sanità, realizzate da un punto di vista economico-sociale, hanno una formazione specifica in Ontopsicologia e una propria autonomia di mezzi e capacità.

Gli scopi formativi che si raggiungono con il residence leaderistico sono:

Creatività della psicologia dirigenziale;
Autenticazione e sviluppo del leader o potenziale leader;
Evoluzione storica e prassica del leader in qualsiasi campo di applicazione, economico, politico scientifico, artistico e dirigenziale (C.E.O.).

La metodica utilizzata per la formazione dei leader è quella Ontopsicologica, che permette, attraverso la sua applicazione, di poter effettuare una verifica sostanziale e precisa di quella che è la situazione di ogni partecipante al residence. Il leader partecipante può conoscere così se la propria produzione di vita e di risultati è conforme alla sua funzionalità, al suo benessere e alla sua soddisfazione specifica.

In particolare l'oggetto della formazione è proprio lo stile di vita e di funzionalità del leader, attraverso la comprensione e la soddisfazione nelle sue principali sfere operative che sono quella individuale, familiare, affettiva, dei collaboratori, del proprio settore economico e del contesto di cui è responsabile.

Qualora questo non si verificasse, si individuano quei particolari, quelle disfunzioni o quelle circostanze che non dànno questa "unità di azione" altamente funzionale. Una volta individuati i punti critici, si analizzano attentamente e si evidenziano delle direttive precise e semplici per il raggiungimento delle soluzione ottimali previste.

A chi è rivolto

professionisti in genere
imprenditori di ogni settore
manager d'impresa o istituzionali
dirigenti d'azienda e della pubblica amministrazione
politici di qualsiasi estrazione
businessman di ogni settore; ricercatori avanzati
Contenuti

Applicazioni professionali della conoscenza personale:

Cause determinanti il successo o l'insuccesso negli affari e relativo fondamento psicologico.

Criterio esatto per un efficace "problem solving" e "decision taking".

Come individuare e scegliere i partners di azione

Le cause che generano e sviluppano un'azione positiva o un'azione negativa.

Lettura dell'inconscio attraverso immagini spontanee per individuare in causa i risultati (positivi o negativi). Questa conoscenza è operata con la decodificazione delle scoperte ontopsicologiche.

Metanoia interiore: concetto fondamentale che prevede la variazione del comportamento, per l'identificazione con una funzionalità specifica individuale per il partecipante al percorso formativo leaderistico. La metanoia, infatti, rappresenta l'aggiornamento in vantaggio di tutti i modelli mentali e comportamentali del soggetto.

Nel corso del Residence ad ogni approccio teorico è sempre associato l'aspetto pratico-commerciale e politico al fine di consentire ai partecipanti un ampio e profondo controllo nella prassi manageriale.

Anonimo ha detto...

Grazie Daniele
in questa ovviamente depressiva serata del ritorno a Pisa i ricordi del Bellissima e del suo megafono - come non ricordare i fantastici urli che accompagnavano i seminari in Normale? - mi hanno allegramente accompagnato. Essendo la genesi - e la sorte - del Bellissima uno dei grandi misteri dell'umanita', mi limito a gingillarmi nell'amarcord, senza cercare di affrontare le complesse ragioni della sua mistica esistenza. In quanto al Grande Complotto Mondiale, benche' immeritevole in quanto ad un grado di ascetismo inferiore (bevo, vado a donne appena posso e in genere posseggo qualsiasi vizio immaginabile, tra cui quello di adorare i film di Clint Eastwood) anch'io mi meraviglio spesso di non ricevere finanziamenti miliardari per le mie straordinarie idee (cito solo la Storia del Cazzo Buffo in quindici volumi e la Cattedra di gnoseologia dei cazzi miei) e di non vedere spesso politici bussare alla porta della mia magione. Ma forse anch'io sono vittima del Complotto Mondiale. Solo cosi' posso spiegare la mia incredibile miseria e la sensazione di essere perseguitato da perfidi giudei travestiti da barboni in pantaloncini corti (rinvio per questo al mio libro - straordinariamente mai pubblicato dalla cambridge - 'Il protocollo dell'insavio Schwarz ovvero il complotto della birra scroccata', in cui dimostro chiaramente il tentativo di una setta radicale di sionisti meneghini per impadronirsi del mondo bevendo tutta la birra esistente.

Anonimo ha detto...

azz, ma com'è che il mondini si riconosce dalla prima riga?

Anonimo ha detto...

a mondì, vatti a fare un giro al residence leaderistico! vedrai che ti farà bene

daniele ha detto...

grazie schwarzy (sei tu vero?) per il resedence leaderistico, anche se io preferisco le dinamiche nonviolente schietti, per costruire il mio IO in maniera piu' armonica.
MOndini: effettivamente sei risonoscibile fin dal primo capoverso (non che sia un difetto , eh.... com'era l'inizio della tesi che facevano declamare alle matricole della normale?)Contento di aver reso l'ENNESIMO ritorno a Pisa meno uggioso....
Elisabeth: si organizzasse un convegno/tavola rotonda con te e Schietti? io faccio volentieri da moderatore....
LaSTrega: forse mi hai convinto!

Anonimo ha detto...

ho alcune perplessità in proposito:

1) se accetto che la legge di gravità di Newton è una bufala, farò meno fatica a salire su per i tre piani di signum?

2) se c'è un grande complotto della chiesa-massoni-ingegneri-genovesi(chiara?)-ebrei-e-tanti-altri che è in piena guerra contro i comitati autonomi schiettiani, allora praticamente resto solo io, come un coglione, fuori da ogni gioco. cioè: c'è una guerra mondiale che coinvolge il 99% dell'umanità e non me l'avete detto? e come mai è possibile che in sei persone che abitiamo nella stessa palazzina non riusciamo a metterci d'accordo per cambiare il citofono? da che parte stanno loro?

3) a volte ho il leggero sospetto che anche Giordano Bruno fosse uno di questi qua...

marco

daniele ha detto...

ciao Marco,
ti rispondo in ordine inverso.
Bruno era sicuramente uno della tipologia Schietti, anche se un po' piu' complesso, un po' piu' depresso ma in ultima analisi piu' sfigato. Ah si', in ultima analisi, c'era un altra differenza: a tratti, Bruno scriveva bene (a tratti).

Secondo me tu fai parte del complotto e fingi di esserne al di fuori, sei un agente dei monaci-buddisti-genovesi-inglesi;

a pesarti mentre sali i tre piani per andare a signum e' il male di vivere, mica i tre piani.

come va da quelle parti? A presto!

elisabeth ha detto...

ora ho poco tempo, ma se un giorno mi occuperò di uno quegli splendidi progetti dell' ESA (che non servirà mai a nulla ma ti dà da vivere agiatamente a vita) volentieri. A uno così poi come si fà a spiegargli che la meccanica classica non funziona per tutti gli ambiti, che esistono le sfere di influenza e tante altre cose bellissime...
Per me è uno sfigato non trombante cronico (se no da dove verrebbe tutto questo astio) per cui resta più appetibile l' idea di mandarlo dalla Hack, io gli posso solo consigliare delle letture dedicate per schiarirsi le idee.

Ma magari un giorno occupassi una posizione di potere tale da fondare un qualche cosa di simile alla P2!!!!!!!!!! Nell' attesa continuerò a rockeggiare in giro...

Josif, se ti nascondi fra gli anonimi, ho iniziato a leggere Fuga da Bisanzio (la poesia per ora continua a provocarmi acidità di stomaco): non sembra male però in alcuni punti mi sà un pò troppo di Zibaldone

daniele ha detto...

senti, ma tu uno che non tromba lo mandi dalla hack? cos'e', terapia d'urto?
aspetto che tu ti sia sistemata per organizzare il convegno "Le confutazioni di Schietti e l'Ingegneria Moderna", allora.
Stai leggendo Brodskij? CHe bello! Ma "fondamenta degli incurabili" (il libro su venezia) ti e' gia' passato tra le mani? e' breve e bellissimo, te lo consiglio molto (a me lo passo' il sempre ottimo Schwarz).
Chi e' questo josif che commenta anonimo?

cassandra ha detto...

Scusate ma il mio complottista preferito resta Blondet: un vero professionista del genere! Giornalista del Giornale e dell'Avvenire (almeno lo era, non so se negli ultimi anni qualche anima pietosa abbia provveduto al suo ricovero, privando cotante testate di cotanto vanto).
Grazie al suo libro Gli Adelphi della dissoluzione, ho scoperto che Calasso(con l'aiuto di Cacciari e dell'Onu) guida le armate dell'anticristo e ne diffonde il verbo attraverso le sue scelte editoriali. Ho cercato di contattare Calasso per iscrivermi alla setta, sono pronta a votarmi al male supremo e a sacrificare esseri umani alla Dea Kali pur di calpestare i corridoi dell'Adelphi. Misteriosamente i miei tentativi di comunicare con lui sono stati vani, sospetto che gli ingegneri sufi di Chiaravalle abbiano intercettato e distrutto le mie mail.

Il Bellissima dispensa il suo genio in molte città della Toscana: il mio pezzo preferito è quello sulla 'chiusura immediata di tutte le carceri!'

Per Elisabeth@ il miglior rimedio contro l'acidità di stomaco da poesia è la cipolla... :)


La cipolla è un'altra cosa.
Interiora non ne ha.
Completamente cipolla
fino alla cipollità.
Cipolluta di fuori,
cipollosa fino al cuore,
potrebbe guardarsi dentro
senza provare timore.
In noi ignoto e selve
di pelle appena coperti,
interni d'inferno,
violenta anatomia,
ma nella cipolla - cipolla,
non visceri ritorti.
Lei più e più volte nuda,
fin nel fondo e così via.
Coerente è la cipolla,
riuscita è la cipolla.
Nell'una ecco sta l'altra,
nella maggiore la minore,
nella seguente la successiva,
cioè la terza e la quarta.
Una centripeta fuga.
Un'eco in coro composta.
La cipolla, d'accordo:
il più bel ventre del mondo.
A propria lode di aureole
da sé si avvolge in tondo.
In noi - grasso, nervi, vene,
muchi e secrezioni.
E a noi resta negata
l'idiozia della perfezione.
Wislawa Szymborska

elisabeth ha detto...

Aspetta hai mescolato un pó di cose.

La Hack perché gli serve un pó di astrofisica di base e se lo rivolterebbe come un calzino; ricordo ancora quando a chi gli chiese se esistevano gli alieni rispose una cosa del tipo "ma secondo lei con tutto il casino che c'é nell'orbita geostazionaria, se un UFO attraversa la strada non ce ne accorgiamo?"
Poi é presidentessa di questa roba qui: http://www.uaar.it/
Eppoi i fisici sono ganzi in genere, ricorda che é uno di loro che ci ha offerto il Flying Spaghetti Monster!

Lui é non trombante incurabile (manco Medina Reys potrebbe nulla nel suo caso) perché quale donna sana di mente se lo accolla uno cosí (sá di uno di qualli che ti stressano perché il sapone lo compri da Lush e non al discount); inoltre o c'é un vizio di fondo o é un fesso oltre misura, se avesse avuto un pó di sale in zucca, dato che dice di aver conosciuto cosí tante donne di potere, anziché mettersi a fare polemiche avrebbe potuto accasarsi con una di esse e fare il mantenuto a vita. Se ce l'ha tanto con il genere

Josif é uno che segue le mollichine di pane

daniele ha detto...

:)
cassandra, ma la Wislawa ti piace proprio! io conosco solo le due poesie da te segnalate tra queste pagine e la mia mail. Che mi consigli di acquistare appena sbarco in iTalia?
Un'altra domanda: Simic ti piace? Hotel INsonnia e' una mia vecchia fissazione.
Ancora piu' importante: ma il libro di Blondet ce l'hai? No, perche' se ne sei in possesso ti scongiuro di fornircene qualche passaggio.
L'anticristo, almeno nella versione Damien degli anni settanta in effetti sapeva un po' di Jacob von Gunten via Robert Walser. Lo scopo delle armate di Calasso e dell'anticristo e' trasformare tutto il mondo in Cacania, giusto?

daniele ha detto...

Eli: ovviamente, scherzavo. Comunque per me la HAck e' una bel donnone.
Per quanto riguarda il fatto che il mio eroe della settimana non trombi: non c'e' mai limite alla provvidenza.
E comunque una delle sue teorie e che le donne vanno coi potenti, e che per ovviare a questo si deve intervenire controllando le nascite e facendo nascere tre donne per ogni maschio.

Bella la definizione di Josif, anche se non l'ho capita.

elisabeth ha detto...

Beh si esiste sempre la zoofilia, o almeno credo si chiami cosí, (e con questo ti rimando a un documentario credo intitolato Zoo del Sundance dello scorso anno).

É d'uopo distruggere socialmente il tuo eroe settimanale altrimenti dovrei iniziare a sentirmi in colpa per tutti i concerti e gli spettacoli teatrali a cui vado for free o perché se esco mi capita assai di rado di dover tirare fuori il portafogli :D

Peró non pensi che qualcosa non torna: il numero di donne é giá superiore a quello degli uomini, a meno che on le voglia importare in India, che bisogno ci sarebbe del controllo delle nascite?

Al di lá di questo elucubravo: vero che le donne vanno coi potenti, ma il potente furbo si accompagna a una con il cervello delle dimensioni di un microchip (ma senza la medesima potenza di calcolo) che alla fine infinocchia uguale, altrimenti trovi casi tipo la signora Clinton che ha dovuto far diventare potente il marito per poter comandare.

Potresti chiedere alla signora de Cespedes di presentarti Josif, é un suo carissimo amico

daniele ha detto...

brancolo nel buio.

Anonimo ha detto...

della szymborska devi vederti "gente sul ponte". Credo sia ormai introvabile (scheiwiller 97...), ma te lo presto io...se segui le mollichine.

te ne regalo una che magari ti è utile per trovare un nuovo lavoro, "scrivere il curriculum":

Cos'è necessario?
E' necessario scrivere una domanda,
e alla domanda allegare il curriculum.

A prescindere da quanto si è vissuto
il curriculum dovrebbe essere breve.

E' d'obbligo concisione e selzione dei fatti.
Cambiare paesaggi in indirizzi
e ricordi certi in date fisse.

Di tutti gli amori basta solo quello coniugale,
e dei bambini solo quelli nati.

Conta di più chi ti conosce di chi conosci tu.
I viaggi solo se all'estero.
L'appartenenza a un che, ma senza perché.
Onorificenze senza motivazione.

Scrivi come se non parlassi mai con te stesso e ti evitassi.

Sorvola su cani, gatti e uccelli,
cianfrusaglie del passato, amici e sogni.

Meglio è il prezzo che il valore
e il titolo che il contenuto.
Meglio il numero di scarpa, che non dove va
colui per cui ti scambiano.
Aggiungi una foto con l'orecchio scoperto.
E' la sua forma che conta, non ciò che sente.
Cosa si sente?

Il fragore delle macchine che tritano la carta.

Anonimo ha detto...

cara ragazza perbene,
mi fa piacere che tu abbia cominciato Brodsky. Mi spiace invece che non ti sconvolga com'è un'esperienza estatica, insomma "un po' come vedere Greta Garbo al bagno" ;)
aloha,
josif

daniele ha detto...

me l'aveva gia' mandata cassandra! e' bellissima!
affinita' elettive tra i lettori di questo blog coome se piovessero! sono quasi commosso.
e comuqnue, un aiutino sull'interpretazione dell'enigma che sta alla base della tua identita'? io negli indovinelli sono veramente scarso.

Anonimo ha detto...

io ribadisco che vi drogate e secondo me di LSD o qualche fungo allucinogeno.
Kazzo, ma sharate con gli amici!

Anonimo ha detto...

sei un po' gnucco danielito, ci sono arrivato persino io.

Anonimo ha detto...

secondo me leccano le rane

daniele ha detto...

bene, uno che non so chi e' ha capito chi e' un altro che non so chi sia.
Ve lo dicevo che sono lento, in queste robe.
Ultimo anonimo: I rospi, si leccano, i rospi. :)

Anonimo ha detto...

ma ci fai o ci sei? dai che in realtà hai già capito...rileggi i tuoi commenti e troverai la risposta.

aloha,
josif

daniele ha detto...

diciamo che l;aloha piu' i commenti alla rana mi hanno portato sulla buona strada. forse.
:)

Anonimo ha detto...

l'aloha ok, ma i commenti alla rana? di quelli non mi assumo responsabilità.
josif

Anonimo ha detto...

cmq se non si era capito oggi non riesco a scrivere un gran ke. in compenso ho accumulato un sacco di citazioni fikissime

cassandra ha detto...

Wislawa: Questo blog è una meraviglia! Citiamo anche Milosz, Mandel'štam, Herbert e poi fondiamo una setta di adoratori della poesia polacca! :)
La Szymborska pubblica con l'Adelphi (avevi dubbi?) e, come ricorda giustamente l'anonimo, con la piccola e meritevole Scheiwiller. La raccolta da cui sono tratte le due poesie che ti ho mandato è Vista con granello di sabbia, Adelphi. Sempre con il demoniaco Calasso ha pubblicato anche Letture facoltative, che riunisce le recensioni della poetessa a libri d'ogni genere: dai manuali di bricolage a quelli di ornitologia, dai libri sulla moda a quelli sul teorema di Fermat. Recensioni in stile sterneriano, oserei dire :)

Blondet: non l'ho comprato! Non ce l'ho fatta a dare i miei soldi alla Ares, una casa editrice clerico-fascista. L'ho letto anni fa, su un divanetto della Feltrinelli di Firenze, ero così sbalordita che poco tempo dopo portai un'amica in libreria perché confermasse che non ero impazzita io, ma che il libro esisteva davvero...

Simic: mi manca! Colmerò la lacuna e ti saprò dire.

L'anticristo adorato da Calasso sorge dalla carta e risorgerà dal fuoco: è Peter Kien! E per quando il mondo intero sarà Cacania, l'Inazione Parallela, comitato disorganizzativo, preparerà(forse) grandi festeggiamenti in luoghi inopportuni e giorni scelti a caso.

elisabeth ha detto...

Dear Josif,
ho appena iniziato la lettura, ti farò sapere, spero presto. Mentre metttevo sottosopra gli scafali di feltrinelli riflettevo sul fatto che non esiste nessuna edizione ultraeconomica per cui deve essere per forza uno very cool (anche se sotto la doccia la Garbo su di me farebbe poco effetto).

Anonimo ha detto...

si beh, capisco che la Garbo non è per tutti i palati...cmq è una metafora il cui senso coglierai solo leggendo il libro.
Non so bene perché ma per me quel libro è diventato una vera fissazione e - quasi senza pensarci - finisco col suggerirlo a chiunque in ogni occasione.

Anonimo ha detto...

dany, ma non ci parli più dei rituali di accoppiamento dei dipendenti dell'Ibm?

Anonimo ha detto...

noto con amarezza che i temi dei post di questo blog sono tutti decisamente anticristiani.
che pena.
pregherò per voi

Anonimo ha detto...

ogenki clinc? visit www.inuiharuka.com

Anonimo ha detto...

per alcuni utenti di questo blog consiglierei preparazione H

Anonimo ha detto...

devo ammetterlo, di fronte a cotanto pubblico non posso resistere, si! è vero! ho letto solo un libro per esteso, ed era pure corto. lo confesso, è per quello che suggerisco sempre "fondamenta degli incurabili".

Anonimo ha detto...

ooohh ki è lo stronzo che si spaccia per me? insomma, un po' di rispetto...di libri ne ho letti almeno due...(uno però aveva tante figure).
josif

daniele ha detto...

oh, accidenti non so se essere contento che il mio computer sia (momentaneamente? l'assistenza tecnica ALtomare mi ha fornito delle speranze) morto: non posso partecipare alle discussioni serali sul mio blog ma quando arrivo a lavoro devo dire che mi fate parecchia compagnia.... comunque: a parte l'eccezionale gusto letterario dimostrato da tutti i partecipanti, devo dire a uno degli anonimi che presto tornere' ad occuparmi dell'amore ai tempi del server IBM. devo trovare solo la storia giusta da cui partire (un paio ce le avrei, ma se su di esse sto zitto e' meglio).
Per l'anonimo troll cristiano: ma scusa, cosa c'e' di anticristiano in un post su Bellissima e Schietti?

domsky ha detto...

INTANTO DI ME SIETE COSTRETTI A PARLARNEMENTRE DI VOI NON PARLA NESSUNO E NON GLINE FREGA NIENTE A NESSUNO, SCUSATE SE è POCO.

daniele esposito ha detto...

Grande Domenico Schietti! In realta' ti apprezzo moltissimo.
Grazie della visita.

elisabeth ha detto...

Una cosa simile la dicevano anche Marilyn Monroe e Ambra Angiolini.... A sto punto meglio non ne parlino di me

Anonimo ha detto...

minkia, rinkoglionito e pure incazzoso il genio!

Anonimo ha detto...

veramente del mio lavoro si occupano quotidiani nazionali, radio - oltre a diverse riviste scientifiche. Alla tv stiamo ancora lavorando...cmq, sarà perché non sparo kazzate fantasmagoriche su newton?
o forse perchè ho alle spalle una potentissima lobby?

elisabeth ha detto...

Spotted!
A power struggle between the undiscovered genious Domsky and the Secret Annotator has begun into frogproduction. Lets go fighters, take your boxing gloves and see who's the best: there's no place for two kings in a kindom!

xoxo

Anonimo ha detto...

ok, ma la lotta la voglio fare nudi nel fango...senza fango io non...

elisabeth ha detto...

OMG!!!!!!!!!!
Tutto questo mi ricorda una delle scene piú truci di Borat!

In quanto potenziale nemica dell'umanitá io voglio tenere le scommesse!

Ovviamente finta la ginocchiata sui testicoli, ma portandoti alla corta distanza, poi schioccagli una gomitata alla nuca, schiva, gancio alla Tyson, spazzata e appena viene giú finiscilo con calci alle costole, funziona quasi sempre!

Anonimo ha detto...

notevole esperienza di risse...direi tutte cinematografiche...

elisabeth ha detto...

no, cintura blu di kickboxing, specialitá light contact :D

Anonimo ha detto...

oooo una ragazza perbene che mena...

elisabeth ha detto...

non é piú come ai tempi della de Beauvoir, non esistono piú i gentlemen di una volta, per cui una ragazza perbene deve imparare anche a difendersi da sola...

Anonimo ha detto...

uuuuh una donna tosta...enticing

elisabeth ha detto...

The Respectable Girl folds her arms and turning her head towards him blinks twice her eyes. Are you pulling my leg? -She thought.


To Josif:

Eravamo in un ristorante cinese di New York, con un manipolo di garruli inglesi che subito fecero eco al loro potenziale benefattore: “Ma sì, che cosa c’è di speciale, laggiù in inverno?”. Fui tentato di parlare dell’acqua alta; delle varie gradazioni di grigio che sfilano alla finestra mentre si fa colazione in albergo, avvolti dal silenzio e dalla tetraggine mattutina degli sposi in viaggio di nozze; dei colombi che nella loro latente inclinazione per l’architettura accentuano ogni curva e ogni cornicione del barocco; di un solitario monumento a Francesco Querini e ai suoi due cani da slitta, scolpito in pietra d’Istria – la sfumatura della pietra, penso, deve avere qualcosa in comune con ciò che egli vide prima di chiudere gli occhi nel suo sfortunato viaggio verso il Polo Nord - , povero Francesco, che adesso, laggiù ai giardini, non lontano da Wagner e Carducci, ascolta lo stormire dei sempreverdi; di un passero coraggioso che si posa sulla lama ondeggiante di una gondola sullo sfondo umido infinito battuto dallo scirocco. No, pensai guardando quelle facce esangui ma piene di curiosità; no, non è una risposta che possa andare. “Be’ ”dissi “è qualcosa come Greta Garbo, al bagno”.

Anonimo ha detto...

aaaahh...sublime.
personalmente detesto le poesie di brodsky (sarà perché non leggo il russo e la poesia tradotta...) ma la sua prosa talvolta riesce ad incantarmi.

e questo è un passaggio memorabile, da solo basterebbe a giustificare il libro - che peraltro ha anche altri pregi a mio modesto avviso.

allora, ti piace?

cmq, mai tirato nessuna fanciulla per la zampa...
josif

Anonimo ha detto...

specie quelle che fanno kickboxing...

daniele ha detto...

mi state piacendo. ma chi e' il mio anonimo che va in tv?

elisabeth ha detto...

Caspiteronzola com'e' che che non riesci a riconoscere i tuoi commentatori? Tra un po gioco pure io a lasciare post anonimi...

Dani non sta' imparando l' inglese....
to pull someone's leg 'e un espressione tipicamente British (anche se ora non usata tanto) che sta per "prendere in giro"; gli americani invece usano to kid someone

Si mi e' piaciuto parecchio (tieni anche conto che io da sempre odio Venezia) mi ha mantenuto molta compagnia di recente per cui ti omaggiavo della Greta Garbo.

daniele esposito ha detto...

che io non stia imparando l'inglese e' un fatto, ma a non aver capito il "pull etc" non l'ho mica frainteso io, bensi' monsieur Josif. che l'inglese lo sa stupendissimamente, tra l'atro. :)

elisabeth ha detto...

Sei il corrispondente estero o sbaglio?? Certe cose dovresti notarle...
Non ci parli in gaelico, non ci parli in inglese (ma visto the Scottish side of frogproduction forse e'meglio di no).. Guarda non ti boccio solo perche' 1)appare sul mio hazon garzanti per cui di sicuro non la usa nessuno sopra i 70 2)la ho sentita solo in un' orrida serie tv della BBC ambientata in un albergo il cui unico pregio erano i giochi di parole nei dialoghi (humor inglese bleah!)

Sai com'e' quando c'e' quella sottile sensazione per cui pensi che il tuo interlocutore (in questo caso Josif) finga di non capire ma capisce benissimo... E poi darti addosso e' piu' divertente e pare vada di moda (vedi posto sopra) per cui perche' non seguire il trend... hihihihi

daniele esposito ha detto...

fate bene ad avercela con me, entro nel periodo vittimista.

Anonimo ha detto...

no, il vittimismo no. è quasi peggio del dibattito.


per elisabeth:
contento che tu abbia apprezzato fondamenta ecc. fuga da bisanzio - che mi hai scritto di aver acquistato - temo che ti piacerà meno, è decisamente più pesantino.

per il mondo:
HO (QUASI) FINITO IL LIBRO!!!
gioite, tremate, abbandonatevi a riti orgiastici, ubriacatevi, fumate tanta maria, viaggiate con lucia nel cielo di diamanti! ma mi raccomando, ricordate di invitarmi...dopo mesi di alienazione nella mia caverna devo sfogarmi.
anzi facciamo così, aspettate ancora qualche settimana per darvi alla pazza gioia, che a quel punto avrò finito del tutto e potrà aprirsi la stagione di sbronze, illuminanti discussioni da bar e cazzeggio sistematico.

Anonimo ha detto...

no, il vittimismo no. è quasi peggio del dibattito.


per elisabeth:
contento che tu abbia apprezzato fondamenta ecc. fuga da bisanzio - che mi hai scritto di aver acquistato - temo che ti piacerà meno, è decisamente più pesantino.

per il mondo:
HO (QUASI) FINITO IL LIBRO!!!
gioite, tremate, abbandonatevi a riti orgiastici, ubriacatevi, fumate tanta maria, viaggiate con lucia nel cielo di diamanti! ma mi raccomando, ricordate di invitarmi...dopo mesi di alienazione nella mia caverna devo sfogarmi.
anzi facciamo così, aspettate ancora qualche settimana per darvi alla pazza gioia, che a quel punto avrò finito del tutto e potrà aprirsi la stagione di sbronze, illuminanti discussioni da bar e cazzeggio sistematico.

Anonimo ha detto...

caspiteronzola? ma kome .....
e quando ti cade un mattone su un piede cosa dici? perdincibacco?

Anonimo ha detto...

per le illumanti discussioni da bar c'è ovviamente bisogno del dott. bondi - che però sarà dei nostri grazie ad una borsa della cara lina - ma anche la tua presanza dani sarebbe essenziale per una buona riuscita delle serate.

E poi beh...alice....magari senza troll... e naturalmente tutta la seire di assurdi e meravigliosi convitati che vorrano aggregarsi (ragazzeperbene incluse)

mi sa che sto iniziando a ripensare con nostalgia al lontano 2004, anno mirabile fatto di ape vetto, tanta maria gentilmente concessa da un illustre petrarchista e chiacchiere e risate senza senso e senza fine.

UARRGH, sono invecchiato. oddio sono troppo vecchio per tutto questo. il mondo è cambiato, alice ha un bambino (assurdo), daniele è in scozia (ancora più assurdo), io non mi drogo più (per ora), mondini è a padova (davvero), pasquale lavora... niente è come prima...mi sento vecchio, un pensionato in erba...

daniele esposito ha detto...

sto ancora aspettando il file da correggere mentre faccio finta di lavorare! non ti preoccupare che torno!

Anonimo ha detto...

heh, è che alla fine non sono mai soddisfatto...e poi mi vergongo...non so se sono alla sua altezza

elisabeth ha detto...

Eh si caspiteronzola, non sono una fan del turpiloquio (che ragazza perbene sarei poi?!?)
Mai caduto un mattone sui piedi, peró in quel caso darei sfogo ad un ampio vocalismo di dolore... ma dipende una volta mi ruppi un piede in allenamento, e un altra il naso prendendo un calcio frontale in pieno viso, ma non ho frignato in nessuno dei casi... comunque questo non ti autorizza a gettarmi un mattone sul piede!

Ho finito anche Fuga da Bisanzio, ha confermato la prima impressione, era molto Zibaldone.

Grazie per l'invito, se non ho gli allenamenti volentieri

Anonimo ha detto...

senti ma tu skype non lo accendi mai?

elisabeth ha detto...

Uh! Josif se poi fai una promozione del libro fammi sapere per tempo, i pickwickiani del forum sono sempre affamati di tali eventi... cosí poi dopo magari The Dark Side... inizia a mandare anche a te versi tratti da les fleurs du mal... ahahahah!

daniele ha detto...

ehm, skype e' per il momento fuori discussione perche' il pc sembra aver tirato le cuoia (incrocio i ditini sperando che sia un problema di RAm e non di cpu o scheda madre... sono le tre possibilita'), quindi mi connetto in orario serale solo quando sono a casa di amici e scrocco per qualche minuto il pc per controllare la posta e rispondere a voi carissimi discussori sulle pagine del mio blog. Appena mr Highsea (o Deepsea, non ho ancora capito) mi da una mano nella risoluzione del mio problema HW, ritornero' ad esserci anche di sera!

Anonimo ha detto...

la mammaboard crea sempre problemi, sarà un edipo irrisolto

Anonimo ha detto...

cara ragazzaperbene,
non amo baudlaire...e poi dubito che il mio libro possa interessare...

elisabeth ha detto...

neppure io, ma sottovaluti gli psichiatri