martedì 7 ottobre 2008

Backside to the Future 7/bis: le Regole dell'Esclusione

In un solo caso la comitiva del gabbiano ostracizzo' esplicitamente -e crudelmente- qualcuno.
Come ci potesse venire in mente di farlo rimane un mistero, dato che eravamo una specie di corte dei miracoli. All'inizio io pensavo che ci distinguesse il fatto che fossimo tutti metallari. Pensavo fossimo l'equivalente giovane della comitiva dei punk (venticinquenni quando noi avevamo quindici anni, e quindi vecchissimi), che io distinguevo per il chiodo, i jeans stretti, le Doc Martens e l'occasionale cresta. In realta' nella percezione medio grottagliese eravamo accomunati da un'aura di sfiga (solo parzialmente immaginaria), che aveva poco a che fare con la mancanza di femmine (quello sarebbe venuto dopo) e con atteggiamenti scomposti nel luogo in cui quelli normali uscivano al massimo per chiacchierare e al limite per impennare col motorino, (ma questi erano, dai 13 ai 15 anni, quelli irresitibilmente fighi, e dopo i 15 anni quelli inesorabilmente decerebrati. Insiemi coincidenti, tra l'altro.). Semplicemente (esattamente come i punk) stavamo li', eravamo immediatamente riconoscibili, disinteressati alle moto e facevamo casino per la maggior parte del tempo.
Io, che ero quello motorizzato perche' abitavo in campagna, avevo il Si'.
L'apoteosi della sfiga, in un periodo in cui quelli fighi avevano lo ZIP (tu pensa).Ma questo era solo all'inizio, che nel corso degli anni la Comitiva del Gabbiano divenne ben altro che la raccolta di tutti i metallari grottagliesi: era uno spazio comodo in cui non si veniva giudicati, se non in quel modo molto brusco che hanno di farlo i maschi quando sono molto amici, e un porto sicuro per chiunque non sapesse cosa fare la sera (e il nucleo iniziale - io, tiziano, luciano, andrew dements, attilio - usciva ogni sera, con qualsiasi condizione metereologica, solo per stare al freddo a dire cazzate tutti assieme).
Per molti anni con noi ci fu Orazio, detto Zoccola: un muratore semi disoccupato che all'ammissione nella comitiva aveva ventisei anni. Orazio era magrissimo e fumava tutto il tempo, ma non ricordo che marca di sigarette. Era zoppo da un piede, Orazio, e ce l'aveva sempre rivolto all'esterno, tipo ballerina che fa il plie'. Orazio ci confesso' ben presto d'essere vergine, fra profluvi di bestemmie. Era stato per anni in Germania, o cosi' sosteneva, e ne era tornato con film porno ivi prodotti, ma non fece mai circolare i suoi beni tra noi. Orazio circolava sempre in bici, e se lo incontravi per strada ti urlava "ZOCCOLA!", incurante della situazione specifica in cui ti trovavi.
Per molti anni ci fu con noi anche Bruno. Bruno aveva ancora qualche anno in piu'. A me sembrava che avesse delle occhiaie spaventose, ma forse era solo l'eta'. Gli mancavano parecchi denti, a Bruno, ed era alto e benche' non grasso aveva quella panza che puo' solo venirti dopo i trent'anni. Bruno vestiva camice ocra o al limite giallo spento. Bruno lavorava e si faceva vedere solo la sera. Non e' mai venuto al mare con noi. non abbiamo mai capito che musica ascoltasse. Ora che ci penso non ha raccontato quasi mai niente di se'. Dava pacche fortissime sulla schiena e si aggregava a quasi ogni cosa facessimo, ma parlava poco e quando lo faceva lo faceva con voce da tenore. Non fumava, sicche' non capivamo il perche' dei denti gialli e radi.
Poi per un po' di tempo ci fu con noi Ciro, che poi e' diventato poliziotto, ma mica di quelli tranquilli, di quelli convinti.
E suo cugino, che lavorava in campagna ed era enorme. Non mi ricordo di che si parlasse fra di noi, ma mi ricordo che eravamo amici.
Alla fine nella comitiva ci poteva entrare quasi chiunque, e' per questo che ancora non mi riesce di parlare di quelli che abbiamo escluso.

34 commenti:

Anonimo ha detto...

simpatica accozzaglia di sfigati da manuale.
ma le seghe tutti insieme no?
è un tipico rito di aggregazione giovanile...
si parte da lì, poi ci sono quelli che se lo misurano e alla fine le compagnie si disgregano.

ma forse condensata così la storia rende meno.

Anonimo ha detto...

uè ho provato le nuove droge sintetiche...quelle che si scaricano da internet...insoma I-Doser

beh, per citare l'ottimo fantozzi: "na cagata pazzesca"

Anonimo ha detto...

"chi vuole antonello fuori dalla comitiva alzi la mano!"...come dimenticare questa perla? senza contare l'ottimo "quinto uomo" da monteiasi di cui sicuramente avrai memoria...nn credo di averne mai saputo il nome...

P.

daniele ha detto...

P.? PACO? PACO?!

daniele ha detto...

primo anonimo: le seghe in gruppo per fortuna le abbiamo saltate a pie' pari (e meno male).

Secondo anomino (SCHW?): ah, sei ridotto a prover i-doser?

PACO!?

Anonimo ha detto...

veramente non ero io quello di i-doser...anche se ci ho fatto un pensierino, per curiosità.
solo che mi pare una truffa e poi ora come ora ho bisogno dei miei due neuroni.

josif

Anonimo ha detto...

veramente non ero io quello di i-doser...anche se ci ho fatto un pensierino, per curiosità.
solo che mi pare una truffa e poi ora come ora ho bisogno dei miei due neuroni.

josif

daniele ha detto...

scwh, che ci fai sveglio a quest'ora?!?

Anonimo ha detto...

eh...accompagnato il pargolo a scuola e messo a lavorare, dopo sole 4 ore di sonno.

mo vado a fare la terza colazione per tenermi su.
se sto libro non finirà presto diventerò un caffeinomeno obeso.

ciao bello!

Anonimo ha detto...

Sono contento che si siano dissipati i dubbi sulla mia identificazione con quel coniglio sulla luna... io mi paleso poco perché già impazzisco per conto mio, figuriamoci se sviluppo assuefazione a una cotal gabbia di matti del cyber-asylum... comunque dani spero che tu stia bene. abbiti i sensi della mia stima, e anche la stima dei miei sensi.
L'int. da b.

daniele ha detto...

l'int. da b. ha vergato delle parole sul mio blogghe, vincendo la sua naturale ritrosia verso ogni cosa che non utilizzi l'alcool come propellente principale. Ora sono spiritualmente completo.
Io sto bene, caro B.: un po' pensieroso in questi giorni, e un po' svagato.
Lei?
(e' troppo sperare che mi risponda? di solito coi messaggi lo scambio si interrompe a questo punto).

Anonimo ha detto...

Ma che Paco d'egitto, Piero.

Pi.

Anonimo ha detto...

Ma che Paco d'egitto, Piero.

Pi.

Anonimo ha detto...

Ma che Paco d'egitto, Piero.

Pi.

Anonimo ha detto...

refreshing di pagina inchiodato. pardon.

Pi

daniele ha detto...

scusa pieri', ma alla tua AUGUSTA presenza non potevo credere.
ma il quinto uomo da monteiasi che moto aveva? te lo ricordi quando invito' a farsi un giro... MOnica, credo?

Anonimo ha detto...

Califfone (ammesso che si scriva così), da cui, se ben ricordi, una volta sottraemmo la candela costringendo il povero tapino a tornare a casa in altro modo. E cmq si, la fortunata era proprio Monica.

Pi

daniele ha detto...

cazzo,comuqnue il quinto uomo mi era passato di mente, prima di tutto questo.

Anonimo ha detto...

non vorrei disturbare i nostalgici, i depressi e gli ossessivi masturbatori...ma vi rende conto di cosa sta succedendo?

daniele ha detto...

cioe'? nel mondo, in italia, nella comitiva del gabbiano, nella tua/mia/vostra/nostra testa/societa'/vita?
non e' una domanda un po' vaga?
che sta succendendo?
qui piove fortissimo. In orizzontale.(c'e'anche vento)

Anonimo ha detto...

caro Dani, lo sai che ti voglio bene anche se non ci ho lo scambio mediale facile... io non sto male, ho praticamente finito quella famosa tesi di dottorato di cui ti parlavo, è venuto un pappone al tempo stesso generico e pedantesco, you know what I mean... per il resto ridacchio degli sprofondi finanziari, come tutte noi corvacci del capitale, e affondando ti saluto
Fab

Anonimo ha detto...

fankulo a tutti quanti!

potrebbe piacervi...

daniele ha detto...

e' una tesi di dottorato, dunque (descritta come l'hai descritta tu, hai dato la definizione precisa).
Non ti chiedo di mandarmela da leggere, ma se me la mandi me la leggo volentieri (aspetto ancora le bozze del libro di schw.).
Anonimo del commento numero 22: magari si'. ma anche no.

Anonimo ha detto...

le mie bozze sono ancora inconsegnabili, perché ho deciso di stravolgere tutta l'architettura del coso...tanto il concorso non ci sarà....

mondo di merda!

daniele ha detto...

cito eNZo, uno dei miei guru, e scompaio per il l'intiero fine settimana (forse):
"...ma è così a volte la vita, uno STRACCIO sporco su un PAVIMENTO di merda"

Anonimo ha detto...

a proposito del mondo di merda.
il mio editore rischia la bancarotta, e vista la crisi finanziaria, le banche pare gli abbiano ritirato i fidi...conclusione...forse non mi pubblica più.

mi ci mancava solo la crisi finanziaria porkaccia la miseria!

Anonimo ha detto...

caro dani, non so i commenti - che pure non sono male - ma la tua narrazione sulla comitiva del gabbiano meriterebbe di stare in molte antologie di letteratura. senz'altro al posto dei crepuscolari. e a fianco di servi della gleba di elio. saluti dalla depressa italia (di berlusca ostello) il mondino

ora e sempre renitenza ha detto...

di berlusca bordello....

daniele ha detto...

mondino, grazie. non tanto per le antologie, quanto per l'abermi messo al fianco di uno dei capolavori immortali della letteratura italiana del novecento.
schw. e' cosi' grave la crisi, che falliscono anche aziende ontologicamente votate all'essere in perdita come le case editrici?

Anonimo ha detto...

mah, guarda...la bollati è stata sempre tra le più sane imprese editoriali italiane. Il problema è che ora le banche non fanno più prestiti...

Anonimo ha detto...

cmq, quando passi da pisa?

elisabeth ha detto...

http://build-o-bama.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

mi ha appena telefonato Mammona in lacrime. E' disperato, dice che con questa crisi nessuno lo venera più. Forse comincerà un lungo e doloroso - ma magari fruttuoso - percorso di terapia psicanalitica.

daniele ha detto...

ultimo anonimo: molto bello, anche se sa un po' di groucho da dylan dog.
eli: appena ho un secondo me ne costruisco uno.

schw. non so ancora. nel corso del gelido e piovoso novembre, se tutto va bene, ma molto brevemente.
baci.