venerdì 7 marzo 2008

sulennissima minchiata

Bene, perdere due settimane per l'orrido - ma utile, temo - corso milanese si è rivelato una sulennissima minchiata: la fumosa data di consegna delle tesi di dottorato da fumosa è diventata un 14 marzo improrogabile. Sono alla ricerca di una sostanza psicotropa che mi dia la capacità di lavorare ininterrottamente da adesso fino alle 17.29 del 14 marzo, ultimo momento utile per la consegna. Rimango convinto di potercela fare, ma non si sa mai quali sono i confini del wishful thinking: la cosa che più mi preoccupa, però, è che a qualcuno dovrei pur farla leggere, prima di consegnarla, ma il diretto interessato fa orecchie da mercante, e gli indiretti mi chiedono riassunti.
Vado a lavorare sul file del capitolo II, parte b, dall'inquietante titolo: "Dolore, lacerti".
A presto!

2 commenti:

cassandra ha detto...

Certo che ce la puoi fare! Ignora la bic e il resto del mondo per questa settimana. Ci rileggiamo il 14 marzo dopo le 17e30 :)

Che lo Sforzo sia con te!

daniele esposito ha detto...

e con il tuo spirito, mi verrebbe da rispondere, in fase anamnestico cattolica. comunque sì, posso farcela, sono a lavoro anche adesso! comunque i tempi morti dal lavoro - cioè quelli in cui metto mano a queste pagine - invece di ridursi si moltiplicano, quando lavoro di più, quindi mi sa che di tanto in tanto mi farò vedere anche in questi giorni, almeno per poter dire in rete quanto sto impazzendo! :)