martedì 8 luglio 2008

quotes: Lo Scrittore e l'Anatra

"Chi s'interessa a uno scrittore perché ama il suo libro è come uno che s'interessa alle anatre perché gli piace il foie gras".

Jonathan Littell, in un intervista alla Frankfurter Rundschau del 24 giugno, dal blog libri di Internazionale

6 commenti:

Anonimo ha detto...

è un genio! sarà anche uno scrittore così così, ma come battutista è il migliore

daniele ha detto...

non e' mica cosi' male, come scrittore....

bernard n. shull ha detto...

hi mate, this is the canadin pharmacy you asked me about: the link

cassandra ha detto...

Ho finito di leggere Lo scontro quotidiano, di Manu Larcenet ( http://www.manularcenet.com/blog/?cat=15&paged=2 , per farsi un'idea dei suoi lavori). Ad un certo punto della storia, il protagonista, che è un fotografo in crisi, conosce un collega di cui ammira enormemente l'opera. Queste sono le riflessioni che seguono l'incontro: "...uno può essere un grande artista e un gran figlio di puttana. Uno può fare cose molto belle pur essendo personalmente piuttosto brutto. Può cogliere sulla carta tutta la bellezza del mondo, senza però farne mai parte. È strano: come si può essere a tal punto superati da ciò che si fa? Ma se l'opera è migliore dell'artista, perché non riesce a renderlo migliore?...Il mio salumiere è un uomo orrendo, ma il suo prosciutto è un momento di pura felicità...l'arte e i salumi..."

daniele ha detto...

"..Il mio salumiere è un uomo orrendo, ma il suo prosciutto è un momento di pura felicità..."
cassandra, grazie per questo... ma il libro in buona sostanza com'e'? lo consigli?

cassandra ha detto...

Lo consiglio decisamente!