mercoledì 21 maggio 2008

do not feed the gulls



A Largs, che è giusto una ventina di chilometri più a Est di dove sto io, i gabbiani sono veramente enormi e malvagi. La prima volta che sono stato a Largs era un tardo pomeriggio, piuttosto freddo e ventoso. Erano le sei di pomeriggio, e a Largs, a parte i fish&chips e i pubs, chiude tutto alle cinque. Io c'ero capitato per sbaglio: dovevo prendere il bus per Gourouk e sono salito automaticamente su quello che prendo per andare la mattina a lavoro, convinto che ci passasse. Comunque: nei dieci minuti che ho passato nella mia prima visita a Largs, l'unico altro essere umano in giro oltre me era un uomo che cercava di mangiare il suo cartoccio di pesce e patatine seduto su una panchina. Quattro enormi gabbiani (quando dico enormi non esagero, erano alti come un cane di taglia media, almeno) lo avevano circondato e gli facevano versi contro. Ogni tanto uno dei gabbiani cercava di avventarsi su di lui, e lui lo teneva lontano scalciando mentre continuava a ingurgitare patate di gran fretta.
Mi è sembrata una scena deliziosa.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

"un toro uscito dal gregge
lo mette in culo
a chi
LEGGE"

non c'entra nulla, è solo per allietarti: frase da poco apparsa in via ulisse dini.

cmq, fatti vivo ogni tanto...
g

daniele esposito ha detto...

schwarzY?