venerdì 21 novembre 2008

la primavera del patriarca

Io Facebook lo porto un po' sulle palle, ma non vale la pena di stare qui a esplicitare questa mia vaga (comunque lo uso) insofferenza.
Pero': stamattina ho trovato nella posta il risultato di una "peregrinazione notturna" di un mio amico fra le foto di gente a me sconosciuta. Tra le quali c'e' questa, al cui centro troneggiano i lombi da cui sono stato co-generato.

Oltretutto, come in tutte le foto che risalgono a 30-35 anni fa, io e mio padre siamo spudoratamente identici.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

segnalo appello pisano contro il razzismo (e contro filippeschi) che spero vorrai rilanciare sul tuo blog.

http://www.firmiamo.it/pisacontroilrazzismo

daniele esposito ha detto...

per ora ho solo firmato.... appena ho un minuto, rilancio. grazie!

gustavo lanerchia ha detto...

sto blog s'è smosciato parecchio

daniele esposito ha detto...

Gustavo carissimo! e' che da quando non ci siete piu' tu e il coniglio di Giada non c'e' piu' nessuno che mi insulti a modo! un po' mi mancate, e anche l'anonimo la cui felicita' dipende dalla qualita' dei miei post ed e' percio' costantemente depresso. Che fine avete fatto? molti baci.
daniele